Condividi:


Genova, striscione di Azione Frontale contro i Dpcm del premier Conte

di Redazione

"A casa non ci restiamo, per ora vi avvisiamo": è stato appeso su cavalcavia di corso Europa a Quarto

"A casa non ci restiamo, per ora vi avvisiamo".

È la frase scritta su uno striscione contro i decreti anti Covid del premier Conte appeso nella notte su un cavalcavia di corso Europa, a Quarto, dagli attivisti del gruppo di estrema destra popolare di Azione Frontale che a Genova conta su una decina di iscritti.

L'inziativa è spiegata da Alessio, referente di Azione Frontale, "non siamo violenti e lo striscione non è una minaccia, però diciamo no alle imposizioni del governo, mentre siamo in linea con la politica del governatore della Regione Toti e del sindaco Bucci".

Alessio conferma che alcuni iscritti di Azione Frontale hanno preso parte alla manifestazione di alcuni giorni fa contro il Dpcm da cui poi sono scaturiti disordini e il ferimento di due agenti della Digos: "Noi siamo estranei a quegli scontri perchè appena abbiamo visto che la situazione stava degenerando a causa di alcuni violenti siamo andati via". L'attivista conclude con una frase ad effetto: "In ogni focolaio di rivoluzione saremo sempre accanto al popolo".