Condividi:


Genova, picchia, violenta e deruba la fidanzata per un anno: arrestato

di Redazione

La donna era stata presa anche a bastonate con frattura delle costole e dell'anca ma non lo aveva mai denunciato, fermato dalla polizia

Mercoledì pomeriggio la polizia ha arrestato 56enne genovese, pluripregiudicato, senza fissa dimora e consumatore abituale di sostanze stupefacenti e alcoliche, per maltrattamenti famigliari, lesioni aggravate e violenza sessuale. Vittima delle azioni criminose una donna, con un trascorso famigliare complicato alle spalle che, per un anno intero, ha subito dall’uomo vessazioni psicologiche, fisiche, sessuali ed economiche, mai denunciate per paura di ritorsioni ma soprattutto perché, talmente soggiogata dal fidanzato, da  credere che lui l’amasse davvero, attribuendo la causa delle violenze agli effetti delle sostanze stupefacenti ed alcoliche di cui fa largo consumo.

Nonostante abbia dovuto ricorrere alle cure mediche dopo essere stata presa a bastonate con conseguente frattura delle costole e dell’anca, derubata più volte del reddito di cittadinanza, unico suo sostentamento, si è sempre rifiutata di denunciarlo.

I poliziotti di Centro che, dal primo intervento risalente all’agosto scorso, si sono attivati per sottrarla alle violenze incontrandola più volte negli uffici del Commissariato e osservandone un preoccupante deperimento fisico e psicologico, hanno raccolto tutti gli elementi utili per richiedere all’Autorità Giudiziaria la custodia cautelare in carcere del suo aguzzino. Ieri pomeriggio, non appena emessa l’ordinanza, sono andati a cercarlo per le vie del centro, rintracciandolo in piazza Matteotti per poi accompagnarlo presso il carcere di Pontedecimo.