Genova, le rubano il cellulare mentre "videochiama" il fidanzato (che assiste in diretta all'arresto del ladro)

di Redazione

Un 38enne rapina una ragazza, ma viene subito bloccato dalla polizia

Genova, le rubano il cellulare mentre "videochiama" il fidanzato (che assiste in diretta all'arresto del ladro)

Viene rapinata del cellulare durante una videochiamata col fidanzato, che assiste in diretta a tutta la vicenda fino all'arresto del ladro. È successo ieri notte, intorno a mezzanotte e mezza, in piazza Di Negro a Genova: mentre parlava con il compagno, una ragazza è stata colpita alla schiena da un 38enne originario del Camerun, che è le ha strappato di mano il telefono e si è dato alla fuga.

Spaventata, la giovane si è diretta verso casa; nel tragitto ha incontrato un passante che le ha prestato il suo cellulare per chiamare il 112. Gli operatori del centralino hanno raccolto la testimonianza della vittima, che ha descritto nei particolari il rapinatore, e hanno inviato due volanti: una si è recata dalla ragazza, l'altra si è messa sulle tracce del sospettato. 

Una delle volanti della polizia ha rintracciato l'uomo in via Buozzi. Il rapinatore, vista la velocità dell'operazione, credeva di  essere davanti ad un normale controllo, ma non ha saputo giustificare l'origine del telefono che aveva in mano. Durante la perquisizione gli agenti lo hanno trovato in possesso anche di un paio di forbici lunghe 22 centimetri. Intanto, la polizia ha ricevuto dalla centrale operativa una curiosa notizia: il fidanzato della ragazza era rimasto collegato via audio per tutto il tempo, ascoltando in diretta il fermo del 38enne. 

Il 38enne, già noto alle forze dell'ordine, sarà processato per direttissima: dovrà rispondere di rapina, possesso ingiustificato di armi o oggetti atti ad offendere e violazione della normativa sull’immigrazione.