Condividi:


Genova, l'ex collega ricorda Guido Rossa: "In questa pandemia saprebbe indicarci i veri valori"

di Redazione

"Sarebbe stato in prima linea chiedendo a tutti di restare uniti. Combattendo le disinformazioni portate avanti soprattutto su internet"

Proseguono le celebrazioni per l'anniversario della morte di Guido Rossa. nello stabilimento dell'ex Ilva di Genova si è svolta la consueta manifestazione in ricordo del sindacalista ucciso dalle Br. Sul palco Gianni Barabino, ex collega di Guido Rossa, ha volute esprimere un suo ricordo: "Viviamo in una realtà che ha portato a distanziarci. Penso Guido Rossa di fronte a questa pandemia che ha cambiato il nostro modo di vivere, che ha messo in discussione i nostri fondamenti, affronterebbe questa realtà con la sua pragmaticità, farebbe il minimo che ci viene richiesto: il distanziamento, l'attenzione e convincere chi pensa che questo sia tutto un mistero. Guido Rossa saprebbe indicarci in questo moemnto quali sono i valori da recuperare, sono sicuro che sarebbe vicino ai circoli opeai di Sampierdarena che hanno aiutato le famiglie in tutte le maniere. Sarebbe stato in prima linea, i problemi di questo covid li capiamo solo adesso. Nella prima ondata abbiamo trovato un paese coeso che ha saputo affrontare le difficoltà, con questa seconda ondata sta prevalendo l'individualismo."

"Siamo chiamati tutti a ceracre di risolvere le problematiche. Adesso abbiamo tutti dei diritti e i doveri ce li dimentichiamo. Troviamo persone che non hanno ancora capito quanto sia grave la situazione, stupisce vedere ieri a Roma code al centro commerciale con giovani in attesa di comprare le nuove scarpe Nike. Non se ne può uscire fregandosene, ma solo stando insieme. Combattendo le disinformazioni portate avanti, guardando su internet diventiamo tutti infettivologi ma c'è grande ciarpame. Gente che dice che quello che ci iniettano nei vaccini ci fa diventare degli auitomi. Guido era una persona che si confrontava sempre. Prima o poi questa dannata pandemia finirà ma la strada è ancora lunga."