Condividi:


Genova, Bucci ricorda Guido Rossa: "Ci rappresenta. Suoi ideali da non dimenticare"

di Redazione

il sindaco: "Ci siamo tirati su le maniche e abbiamo lavorato fino in fondo: i suoi ideali sono motori di comportamento giornalieri"

"Guido Rossa ci rappresenta molto bene nel fatto che Genova ha sempre precorso i tempi in tantissime cose e il suo sacrificio ha rappresentato quel sentimento di lotta contro la violenza delle Brigate Rosse che è sfociato nella vittoria dello Stato". Il sindaco di Genova, Marco Bucci, ha ricordato così la figura di Guido Rossa, l'operaio e sindacalista dell'Italsider ucciso dalle Br 42 anni fa perché aveva denunciato infiltrazioni in fabbrica. Lo ha fatto nel corso della commemorazione in Via Fracchia, nel punto dove Rossa è stato ucciso. Presenti anche l'assessore alla Cultura della Regione Liguria Ilaria Cavo, i rappresentanti del municipio, le associazioni e una delegazione di studenti. "Rossa è esempio di una persona che ha saputo dimostrare alla nazione che le cose devono essere fatte fino in fondo".

Genova avanguardistica: "La città ha sempre precorso in tempi, in tantissimi ambiti. Il sacrificio di Guido Rossa ha precorso un sentimento di lotta contro le Brigate Rosse e più in generale contro la violenza, che è successivamente sfociato nella vittoria dello Stato italiano: ci ha dato la possibilità di essere ancora più vivi anche 42 anni dopo, per fare la nostra vita civile".

A ricordare la figura di Rossa in continuità con i valori della resistenza, il presidente di Anpi Massimo Bisca: "Guido Rossa aveva tracciato un solco - ha detto - e a chi oggi afferma che quei valori sono superati, io dico che sono di una modernità incredibile. Abbiamo da affrontare un periodo molto difficile, se non ripartiamo dai valori di democrazia, unità e giustizia sociale, il nostro Paese sarà peggiore. Ecco perché ha senso ricordare la lezione di Rossa, che ha difeso la costituzione fino alla morte, una lezione valida oggi e nel futuro".