Genoa International Music Youth Festival, al via i nuovi concerti

di Redazione

L'evento del 20 luglio con Andrea Bacchetti ed Antonella Ruggiero al Porto Antico di Genova è coorganizzato dall'assessorato alla Cultura

Torna la grande musica internazionale e il target di avvicinarvi un pubblico eterogeneo, al contempo aiutando i giovani."Con il prossimo 20 luglio riprenderanno le attività del  Genoa International Music Youth Festival -spiega il project manager e vicepresidente dell'Associazione Internazionale delle Culture Unite Alberto Macrì- coorganizzato con l'Assessorato alla Cultura del Comune di Genova, con uno straordinario evento che si svolgerà al  Porto Antico di Genova e che vedrà protagonista  Antonella Ruggiero accompagnata al pianoforte dal Maestro  Andrea Bacchetti (biglietti in vendita al costo di 20 euro sul portale https://wticket1.wingsoft.it/biglietteria/listaEventiPub.do?lang=en&codice=AICU-GIM  e la sera prima del concerto)".

Il Genoa International Music Youth Festival riprenderà con i seguenti appuntamenti:

  • 22 settembre Palazzo Ducale “Talenti under 16”
  • 11 ottobre Palazzo Ducale “Beethoven 2020”
  • 27 novembre Palazzo Tursi “St. Petersburg Palace Festival“
  • 28 novembre Palazzo Ducale “St. Petersburg Palace Festival“
  • 9 dicembre Palazzo Ducale “Barock”
  • 10 dicembre Palazzo Tursi “#BridgingCultures Ceremony”
  • 23 dicembre Palazzo Ducale “Opera Evening”

Una ripresa dopo un lungo periodo di lockdown che vuole altresì lanciare un messaggio forte e chiaro. Attraverso la musica e la cultura si può e si deve ripartire pur nel rispetto delle misure restrittive attualmente in vigore.

" Il virus ci ha mostrato che non esistono confini e che viviamo in una realtà globale nella quale siamo tutti uguale. Questo concerto è quello che da sempre sosteniamo attraverso la musica classica, il linguaggio universale per eccellenza e la chiave del creare ponti culturali tra nazioni. Il rilancio deve assolutamente passare attraverso l'internazionalizzazione in termini di esportazione della bellezza e di vettore economico di marketing'', afferma  Lorenzo Tazzieri, direttore d'orchestra,  ambasciatore di Genova nel mondo che ha al suo attivo numerosissimi concerti in 25 nazioni del mondo.

Con questo evento riprenderanno altresì le attività internazionali dell 'Associazione Internazionale delle Culture Unite che hanno visto il nostro Festival stipulare rapporti di cooperazione culturale con diversi Paesi nel mondo tra cui Italia,  Russia, Cina, Cile, Georgia, Uzbekistan, Egitto e Giappone.

Tali accordi, stipulati e firmati lo scorso anno in una cerimonia pubblica alla presenza dell'assessore alla Cultura del Comune di Genova, Barbara Grosso, a Palazzo Tursi, hanno permesso e permetteranno non solo di creare un legame ancora più profondo tra musica, turismo ed economia ma altresì di rendere il  Genoa International Music Youth Festival un modello virtuoso di organizzare eventi di elevato livello artistico e un modello di sostenibilità economica.