Genova, falsi certificati di negatività al covid per imbarcarsi verso il Marocco: 3 denunce

di Redazione

Nel paese africano il certificato è obbligatorio per potere sbarcare nel paese. Già una decina i denunciati in questi mesi

Genova, falsi certificati di negatività al covid per imbarcarsi verso il Marocco: 3 denunce

Hanno provato a imbarcarsi sul traghetto per Tangeri con falsi certificati medici che attestavano la negatività al tampone per il Covid. La polizia di frontiera ha capito che quei documenti, ben fatti, non erano veri e ha così denunciato tre persone di origini marocchine. In Marocco il certificato è obbligatorio per potere sbarcare nel Paese.

Gli accertamenti sono stati fatti da un pool di agenti della Polmare formati ad hoc dall'agenzia europea Frontex. E grazie al gruppo specializzato da marzo sono state passato al setaccio migliaia di autodichiarazioni compilate dai passeggeri in arrivo presso lo scalo marittimo e quello aereo per scovare i "furbetti". Sono stati una decina quelli denunciati in questi mesi. Sempre ieri gli agenti di frontiera hanno arrestato un cittadino marocchino in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura.