Genova, è morto il neonato schiacciato su un bus dopo una frenata in via Buozzi

di Redazione

Il piccolo era stato trasportato all'ospedale Gaslini in condizioni gravissime, dopo 40 giorni di lotta non ce l'ha fatta

Genova, è morto il neonato schiacciato su un bus dopo una frenata in via Buozzi

È morto il neonato che era rimasto schiacciato su un bus lo scorso 28 ottobre a San Teodoro, a Genova. Il piccolo era nel marsupio della mamma. L'autista aveva frenato bruscamente e aveva investito una donna che attraversava la strada sulle strisce. La giovane madre, che si stava sedendo all'interno del mezzo, aveva perso l'equilibrio ed era caduta in avanti schiacciando il figlio contro il sostegno di metallo. Il neonato era stato trasportato in condizioni gravissime all'ospedale Gaslini, dove però è morto ieri sera.

Il bambino, nato nei primi giorni di ottobre, era stato ricoverato in Rianimazione dal 28 ottobre a causa di un grave trauma cranico. Sottoposto a intervento neurochirurgico è stato poi ricoverato presso il reparto di Terapia intensiva Neonatale e Pediatrica per il proseguimento delle cure. "Visto il progressivo peggioramento delle condizioni cliniche non più responsive né al trattamento intensivo né ad un approccio chirurgico per la gravità del danno cerebrale riportato a causa del trauma - si legge nella nota dell'istituto Pediatrico Gaslini -, il bambino aveva iniziato un percorso di cure palliative presso l'hospice dell'ospedale, dove sono stati progressivamente adeguati i dosaggi dei farmaci con finalità analgo-sedativa, per permettere al piccolo di non provare dolore. Nel corso della scorsa settimana è avvenuto un progressivo peggioramento delle condizioni generali fino al decesso avvenuto ieri sera".

Anche il sindaco Marco Bucci ha espresso il proprio cordoglio: “Con profondo dolore, voglio idealmente stringere in un forte abbraccio la famiglia del piccolo scomparso all’Ospedale Gaslini a causa delle conseguenze del tragico incidente avvenuto il 28 ottobre scorso su un autobus Amt."