Genova, calci e pugni ai poliziotti durante un controllo: 34enne arrestato

di Alessandro Bacci

L'episodio avvenuto in pieno pomeriggio, l'uomo ha utilizzato l'orologio come tirapugni ma è stato fermato grazie all'intervento di un'altra volante

Genova, calci e pugni ai poliziotti durante un controllo: 34enne arrestato

La Polizia ha arrestato ieri pomeriggio a Genova un 34enne nigeriano per il reato di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni e per rifiuto d'indicazioni sulla propria identità personale. Una volante del Commissariato di Cornigliano, durante il regolare servizio di pattugliamento in via Canzio, ha fermato il 34enne per un normale controllo di Polizia. L’uomo però, si è rifiutato di fornire le proprie generalità e non ha voluto consegnare un documento di riconoscimento perché, a suo dire, la Polizia non aveva il diritto di fare controlli su di lui.

Considerato lo stato di agitazione del 34enne gli agenti hanno cercato di tranquillizzarlo spiegandogli che era un semplice controllo di Polizia e che sarebbe terminato, con la sua collaborazione, in pochi minuti. Nonostante ciò, il 34enne ha continuato a rivolgersi agli operatori con fare aggressivo e minaccioso e quando questi ultimi gli hanno nuovamente chiesto di fornire i documenti, l’uomo si è scagliato contro di loro sferrando diversi calci. È nata così una colluttazione durata alcuni minuti durante la quale il 34enne si è sganciato il cinturino dell’orologio in metallo di grosse dimensioni che aveva al polso, facendolo scivolare sulle nocche col chiaro intento di utilizzarlo come un “tirapugni”.

Per fortuna gli operatori, anche grazie all’aiuto di un’altra volante intervenuta in loro soccorso, sono riusciti a fermare la furia dell'uomo. I poliziotti, di cui uno refertato con prognosi di 7 giorni per trauma contusivo alla mano destra, hanno poi  accompagnato l’uomo in Questura dove è stato tratto in arresto. Fissata per questa mattina la direttissima.