Genova, 37 positivi nelle scuole: via ai test Covid su studenti e docenti

di Michele Varì

Il direttore generale di Asl3 Bottaro: "Si inizia con il Deledda, chiuso per un caso, poi screening nel centro storico e il resto del territorio"

"Ad oggi nelle scuole della Asl3 genovese abbiamo avuto 37 casi di positivi fra studenti e docenti. Per questo abbiamo deciso di avviare uno screening di test veloci negli istituti con tamponi che in pochi minuti danno il primo parziale responso".

Luigi Carlo Bottaro, direttore generale della Asl3 spiega così l'avvio della compagna di controlli avviato negli istituti scolastici del terriorio di buona parte della provincia.

Il via dal Liceo linguistico Deledda di via Bertani, a Castelletto, 750 studenti che saranno controllati in alcuni giorni, un istituto scelto dopo il caso di uno studente positivo che ha costretto a chiudere la scuola per la sanificazione: "Poi svolgeremoi test su base volontaria nelle scuole del centro storico, dove c'è un cluster di contagiati, e nel resto del territorio di nostra competenza" garantisce Bottaro.

Il dirigente della Asl3 poi annuncia poi che i controlli rapidi e gratuiti che vengono svolti a tutti i cittadini che si presentano nel museo della Commenda di Prè, nel centro storico, visto il grande apprezzamento che hanno riscosso proseguiranno oltre le due settimane fissate il primo giorno, il primo giorno, "un successo, quello del laboratorio mobile o decentrato che potrebbe essere replicato per almeno un'altra settimana e anche in parti della provincia di Genova. Alla Commenda avevamo iniziato con 120 tamponi al giorno, siamo arrivati a 300".

Bottaro conclude difendendo i ragazzi: "Si dice che sono distratti e non applicano le misure di sicurezza, ma dal nostro osservatorio non è così: gli studenti da noi avvicinati si sono dimostrati sempre molto attenti e scrupolosi nell'uso dei dispositivi".