Condividi:


Genova, "200 studenti positivi su 74 mila: le scuole non sono un pericolo"

di Michele Varì

Il direttore socio sanitario della Asl3 Sampietro: "I numeri dicono che i contagi non sono stati causati dalla ripresa delle scuole"

Le scuole non sono un luogo di contagio. Lo dicono i numeri forniti dal direttore socio sanitario della Asl3 di Genova Lorenzo Sampietro: "Sino ad oggi ci risulta che sono 200 gli studenti genovesi positivi sui 74 mila della popolazione scolastica della Asl3, numero a cui vanno ad aggiungesi i tre studenti positivi intercettati con duemila tamponi effettuati con lo screening scolastico iniziato da una ventina di giorni nelle scuole del centro storico di Genova". 

Sampietro ha svelato i numeri degli studenti contagiati a margine del primo giorno del nuovo drive through, ossia il posto di controllo Covid della Asl3 in via Carnia, a Teglia (nella foto), che servirà i cittadini della bassa Valpolcevera: qui potranno accedere solo i pazienti inviati dai medici di famiglia della vallata che fra l'altro sono gli operatori del drive throught dove i cittadini potranno accedere in auto, in scooter o a piedi.

"I numeri dei contagi degli studenti esemplificano che le scuole non sono un luogo pericoloso" ribadisce Sampietro.

Sino ad oggi nel centro storico sono stati effettuati controlli sulla scuola Deledda, le Immacolatine, il convitto Colombo e da oggi la Don Milani.