Genoa-Verona, Juric: “Deluso per i ragazzi. Gli darò coccole e amore”

di Gregorio Spigno

Sugli errori di Lasagna: “Manca fortuna, non freddezza. Avremmo meritato”

Genoa-Verona, Juric: “Deluso per i ragazzi. Gli darò coccole e amore”

Amareggiato, deluso, arrabbiato. Ivan Juric è questo e molto altro, ma non tutto è da buttare: "Dispiace per i ragazzi, hanno fatto un'ottima gara nonostante le difficoltà. Hanno dato tutto, ma a volte il calcio è così. Avremmo potuto chiuderla prima, e invece abbiamo regalato un gol. I ragazzi avrebbero meritato".

Sull'imprecisione dei suoi: "Quando prendi un palo manca fortuna, non freddezza. Lasagna deve giocare sereno, si troverà bene nel nostro ambiente sano. Ai nostri giocatori diamo coccole e amore perché rendano bene, e sarà così pure con lui".

"Abbiamo fatto un po' di casino con i cambi, tra i crampi di Tameze e gli ingressi di Sturaro e Bessa. È girata così, ma non bisogna fasciarsi la testa: guardiamo globalmente le cose fatte bene. C'è sì dispiacere, grande, ma serve solo un po' di attenzione e furbizia in più".

Meglio il Verona dello scorso anno o quello attuale? "Ci sono vari giocatori che devono ancora migliorare tanto, ma tanto tanto. Davanti quest'anno siamo più coperti. Poi Barak fa il Pessina della scorsa stagione: è un signor giocatore".

"Sono migliorato anch'io: sono più calmo, saggio, lucido. L'ambiente qui è ottimo, ti esprimi al massimo senza dover battagliare su altro".