Festività con la rumenta, bidoni stracolmi dai vicoli a San Fruttuoso

di Michele Varì

Ritardi nella raccolta. In centro abitanti e Amiu varano piano per pulire via del Campo

A San Fruttuoso alta, fra via Imperiale e via Nostra signora del Monte, i bidoni della carta, grazie alle montagne di cartoni e altri scarti dei regali di Natale, erano così pieni da impedire il passaggio dei pedoni e solo stamane sono stati svuotati dopo giorni e giorni di disservizio. Stessa situazione in altri quartieri della città.
Ancora peggio nel centro storico, come testimoniano le foto e le immagini dei lettori, che svelano la  situazione sino a stamane dell'ecopunto di vico Indoratori (nelle immagini del video), a due passi dalla cattedrale. Un locale dove fra l'altro il tubo di scarico è tappato da anni e così ad ogni lavaggio i vicoli della zona si riempono di liquami. Gli abitanti lo hanno segnalato più volte, ma non è cambiato niente.

Per cercare di migliore il decoro della propria zona gli abitanti si stanno organizzando da soli, come capita in via del Campo e dintorni, dove gli esponenti del comitato di cittadini hanno chiesto ed ottenuto dall'Amiu di varare un progetto pilota di raccolta differenziata porta a porta attraverso la distribuzione di materiale informativo in più lingue. Per educare i cittadini allo smaltimento consapevole della spazzatura, riciclando nei modi più corretti, perché è vero che l'Amiu potrebbe fare molto di più e meglio, ma spesso lo scarso senso civico degli abitanti contribuisce a insozzare la città.
Il progetto Amiu di via del Campo ha in cantiere molte altre iniziative, che verranno valutate passo passo con i cittadini. Dalla collaborazione con associazioni di mediatori culturali, per facilitare il dialogo e l’iterazione, al potenziamento dell’attività d’informazione presso i 4 Ecopunti ad accesso controllato tramite card elettronica presenti in zona (2 in Piazza Santa Sabina e quelli in Via dei Fregoso e Salita dell’Oro), fino ad arrivare all’aumento delle attività di controllo e delle sanzioni per chi abbandona rifiuti.
Sono previste anche ulteriori azioni per migliorare e incrementare il ritiro dei rifiuti ingombranti: al vaglio l’installazione di una macchina “mangiaplastica” per la raccolta di bottiglie, flaconi e lattine in cambio di sconti e buoni.

L'idea pilota di via del Campo rafforza il lavoro di potenziamento delle attività promosse da Amiu nel Centro Storico di Genova, zona in cui tra luglio e ottobre scorso una task-force “in verde” si è occupata dei lavaggi dei vicoli (che sono stati effettuati con una frequenza maggiore) e di altre misure per aumentare la pulizia. Un lavoro partito da piazza Vittime dei Lager Nazisti e terminato in corso Quadrio con lavaggi, spazzamento manuale e meccanizzato con particolare attenzione alla sanificazione dei punti critici e al diserbo. Dal primo settembre, inoltre, è entrata in servizio una nuova "lavastrade", per aumentare ulteriormente le frequenze di lavaggio nelle principali direttrici cittadine.

Sempre in centro storico prosegue il programma legato all’apertura di nuovi Ecopunti ad accesso controllato. Sono partite le attività dell’Ecopunto in vico del Trogoletto 19r e in via della Maddalena 43 rosso. Entro novembre sarà avviato anche quello di via della Maddalena 17 rosso. Gli Ecopunti ad accesso controllato già realizzati sono 11 e il programma per il 2020 riguarderà l’area Banchi, Orefici e San Lorenzo.