Ex-Ilva, Bagnai: "Situazione che si trascina da anni. L'Europa ha le sue colpe"

di Marco Innocenti

Il senatore leghista: "Regole su deficit e antitrust ostacolano il risanamento"

Ha parlato a Palazzo Tursi, a margine dell'Accademia Federale leghista per la formazione dei futuri dirigenti locali, il senatore Alberto Bagnai, presidente della commissione finanze di Palazzo Madama, esprimendo il suo pensiero anche sulla difficile vertenza che vede contrapposti governo italiano e ArcelorMittal sul futuro dell'Ex-Ilva: "E' uno scenario tragico che non parte neanche con il governo precedente ma ha una storia piu lunga - ha detto il senatore - Io sono sinceramente preoccupato e faccio solo un'osservazione: questo governo, che doveva essere tanto amico dell'Europa, si trova ora a urtare contro due tragiche realtà. La prima è che in Europa non esiste una politica industriale e la seconda è che le regole su deficit e antitrust precludono di fatto percorsi per risanare con interventi pubblici adeguati questo impianto".