Condividi:


Emigranti Liguri, approvato dal Consiglio il Piano triennale di sostegno

di Antonella Ginocchio

Benveduti. “previsti anche progetti per far tornare in Liguria i giovani che hanno qui le loro radici”

Il Consiglio regionale  ha approvato il piano triennale della Regione in materia di emigranti liguri. “Quelli censiti sono circa 150 mila”, ha detto l’assessore regionale all’emigrazione, Andrea Benveduti, spiegando che il piano tocca diversi aspetti, senza trascurare  quello culturale, legato alle tradizioni. “Sono previsti anche progetti per  sostenere i giovani che vivono all’estero, ma che hanno radici qui, di ritornare”, ha detto Benveduti, spiegando che da parte dellae nuove generazioni,nate all’estero da famiglie liguri, c’è tanta voglia di riscoprire le proprie radici. “E questo può essere anche il volano per una particolare attività turistica, che porta comunque a promuovere il territori d’origine”, ha ribadito l'assessore. 

Con la Legge Regionale 3/2020 è stato istituito l’elenco regionale delle Associazioni dei Liguri nel mondo. Attualmente la Regione sostiene ed è in contatto con 23 Associazioni di emigrati liguri, di cui al momento 10 sono formalmente riconosciute dalla Regione in Argentina, Australia, Brasile, Canada, Cina, Olanda, Stati Uniti, Svizzera, Cile, Uruguay, Paraguay, Perù, Equador. Sono in corso i procedimenti di iscrizione di altre Associazioni.

Inoltre, nel territorio ligure operano 5 associazioni regolarmente iscritte all’elenco.

Uno dei principali obiettivi del Piano  è incentivare la presenza della Regione nei paesi interessati dell’emigrazione, in campo sociale, culturale ed economico, e  far conoscere l’identità ligure, dall’altro di importare esperienze positive di altre culture con iniziative che coinvolgano associazioni, università, centri di formazione e ricerca, camere di commercio, associazioni imprenditoriali e professionali) dei territori di insediamento.