Elezioni Genova, Mattia Crucioli rompe gli indugi: "Mi candido contro il sistema Draghi"

di Marco Innocenti

Conferenza stampa (senza mascherina): "La selezione dei candidati? Col metodo dei 'caucus': il 40% selezionato attraverso assemblee pubbliche"

L'avvocato e senatore Mattia Crucioli sarà il candidato sindaco di Genova in rappresentanza di quattro forze politiche "contro il sistema Draghi". La sua candidatura è stata ufficializzata oggi, nel corso di una conferenza stampa congiunta di Alternativa c'è, Italexit, Ancora Italia e Riconquistare l'Italia, che hanno deciso di presentare una lista civica unitaria alle prossime elezioni amministrative. La candidatura è stata annunciata dallo stesso Crucioli e dai coordinatori regionali delle quattro forze politiche, che tenuto la conferenza stampa simbolicamente senza indossare la mascherina "per denunciare la gestione pessima dell'emergenza covid in Italia, - spiega Crucioli - e i danni provocati dal green pass, uno strumento odioso e discriminatorio".

Tra le novità emerse una riguarda la selezione dei candidati ai Consigli comunale e municipali: "almeno il 40% dei candidati consiglieri comunali e municipali saranno scelti con il metodo dei 'caucus', quello dei nativi americani - annuncia Crucioli - ovvero assemblee cittadine aperte a tutti in cui verrà consentito a coloro che si riconoscono nel progetto politico e nel programma di proporsi, parlare ed essere scelti direttamente dai cittadini come loro candidati di fiducia".

"Non siamo di destra né di sinistra - ha precisato Crucioli - Vogliamo dare rappresentanza politica a chi giudica deleteria l'azione del Governo Draghi e dei partiti che lo sostengono per contrastare un sistema fatto di omologazione, autoritarismo, frammentazione sociale, discriminazioni, privatizzazioni, agevolazione dei grandi interessi economici, distruzione del ceto medio e precarizzazione dei lavoratori".