Condividi:


Donati al Gaslini 230 mila euro, la campagna solidale di Conad

di Cristina Capacci

Sesta edizione dell'iniziativa "Con tutto il cuore"

Conad Nord Ovest devolve i proventi raccolti attraverso la campagna di solidarietà "Con tutto il cuore", pari a 228 mila euro, all’IRCCS Istituto Giannina Gaslini di Genova per l’acquisto di tre importanti attrezzature sanitarie

Conad Nord Ovest, da sei anni, organizza la campagna solidale “Con tutto il cuore” con l’obiettivo di sostenere le strutture pediatriche di eccellenza nelle regioni in cui opera.

Nel corso delle sei edizioni, grazie all’iniziativa condivisa da tantissimi clienti, la Cooperativa ha donato complessivamente a strutture ospedaliere pediatriche di eccellenza dei territori in cui è presente -Piemonte/Valle d’Aosta, Liguria, Emila, Toscana, Lazio e Sardegna - oltre 2 milioni di euro.

Anche i risultati dell’ultima edizione 2019, lanciata dal Conad nel periodo natalizio , sono stati straordinari: 621 mila euro complessivi, di cui ben 228 mila, raccolti nei punti di vendita di Valle d’Aosta, Piemonte,Liguria, nelle province di Bologna, Ferrara, Modena e nei supermercati della provincia di Mantova, sono stati interamente devoluti all’Istituto Giannina Gaslini di Genova per l’acquisto di tre importanti attrezzature sanitarie: un sistema di biofeedback ed elettrostimolazione per riabilitazione pelvi-perineale da destinare al reparto di Medicina fisica e riabilitazione; il “clinimacs prodigy” per i pazienti emato-oncologici e tutti gli strumenti per attivare la Banca del latte materno dell’Istituto.

La consegna dei proventi raccolti si è svolta stamattina presso la sala conferenze dell’Istituto Giannina

Gaslini.

«Siamo orgogliosi del risultato raggiunto da questa nostra iniziativa solidale - dichiara il vice presidente di Conad Nord Ovest Massimo Galvan - con tutto il cuore è una campagna a noi particolarmente cara, perché ci permette di sostenere il lavoro di strutture ospedaliere pediatriche di eccellenza nelle regioni in cui operiamo e di contribuire a importanti progetti di diagnosi e cura a favore di bambini affetti da gravi patologie”