Derby Genoa-Sampdoria, controlli rafforzati per evitare scontri e assembramenti

di Alessandro Bacci

Nuova ordinanza del questore Ciarambino, vigilanza fissa di fronte allo stadio e nelle zone di abituale ritrovo dei tifosi

Derby Genoa-Sampdoria, controlli rafforzati per evitare scontri e assembramenti

Controlli rafforzati già da questa sera a Genova in vista del derby di domani tra Genoa e Sampdoria. Il questore del capoluogo ligure, Vincenzo Ciarambino, ha firmato l'ordinanza che prevede l'impiego di un ampio contingente di ordine pubblico, tra polizia e carabinieri.  Si parte con una trentina di agenti impegnati questa sera a presidiare lo stadio ma anche i luoghi simbolo per le tifoserie. Domani invece i numero delle forze dell'ordine aumenterà per garantire che genoani e sampdoriani possano scontrarsi, viste anche le risse degli ultimi mesi.

Tra le disposizioni previste dal questore Ciarambino ci sarà la vigilanza fissa davanti allo stadio con la chiusura di tutti gli accessi con cancellate per evitare che i tifosi possano avvicinarsi allo stadio e contingenti a tutti gli angoli e nelle piazze adiacenti. Accanto ai presidi fissi sarà rafforzata anche la vigilanza dinamica nelle zone di abituale ritrovo dei tifosi, così come quelle che sono state negli ultimi mesi le piazze dove gli ultrà delle opposte tifoserie si sono scontrati, a partire da piazzale Kennedy dove mercoledì due tifosi rossoblù sono stati arrestati al termine di una maxi rissa. A preoccupare la questura non è tanto il generico rischio di assembramenti, che comunque saranno evitati dalla presenza massiccia delle forze dell'ordine, ma una recrudescenza del conflitto tra le due tifoserie.