Condividi:


Genoa, Ballardini: "Il derby la partita delle partite. Servono testa, cuore, gambe e idee"

di Alessandro Bacci

Il tecnico: "Mi aspetto una bella partita, ricca di agonismo e qualità, emozionante ed esaltante"

A tre anni di distanza dall'ultima volta Davide Ballardini si prepara al derby della Lanterna. Al Ferraris va in scena in terzo derby della stagione, nelle altre due sfide in campionato e in coppa i rossoblu hanno ottenuto un pareggio e una vittoria. Ballardini ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match: Ci sono partite e poi c’è il derby. Le partite sono tutte molto impegnative, da fare bene, ma il derby è la partita delle partite. È diversa dalle altre, ma sto dicendo una cosa ovvia. Diciamo che se a far bene ci tieni sempre, nella partita di domani vorresti mettere qualcosa in più. So far tutto ma di certo non so cucinare, però so che gli ingredienti da usare nello specifico sono testa, cuore, gambe, idee. Tanta corsa, tanta corsa fatta con tempi giusti negli spazi giusti insieme alle qualità. E noi pensiamo di avere ragazzi di grande qualità”.

Sarà un derby, ancora una volta, tristemente senza tifosi: “Prima di tutto penserò alle persone che ci vogliono bene e che non possono essere lì con noi, insieme a noi, a giocare la partita e condividere con noi momenti difficili e meno difficili. Penserò a questo. Mi dispiace, perché abbiamo tante persone che ci vogliono bene e sentiamo la responsabilità. Averli lì vicino a noi sarebbe stato diverso. Mi aspetto una bella partita, perché sia noi che loro abbiamo dimostrato di saper fare buone prestazioni. Penso sarà una bella partita, molto intensa e combattuta. Penso che una squadra vorrà in tutti i modi prevalere sull’altra, mi aspetto una gara ricca di agonismo e qualità, emozionante ed esaltante. Chiaro che noi abbiamo una posizione di classifica e loro per il momento ne hanno un’altra: la classifica per ora è questa e dobbiamo aver ben chiaro quello che spetta a noi. Siamo molto concentrati sulla nostra classifica”.

Il tecnico ha parlato poi di Claudio Ranieri: “Penso che abbia tanta esperienza e tanto buonsenso, tanta bravura. Io penso al nostro e per quanto ci riguarda abbiamo portato idee, allenamenti e scelte con un rapporto sempre sincero con i giocatori. La tranquillità, come dite voi, è un lusso. La tranquillità è un lusso che ti devi guadagnare ogni giorno: parlare di arrivare e portare serenità non ha senso. Avere un momento di serenità, dopo tutto quello che si è fatto, è un lusso”.