Condividi:


Depositi petrolchimici sotto la Lanterna, petizione popolare per il "no"

di Redazione

Gli abitanti di Multedo insorgono e raccolgono firme: "Sarebbe un grave e costante pericolo per tutta Genova"

Continua la lotta degli abitanti di Multedo contro i depositi sotto la Lanterna. Una petizione, firmata da circa mille persone, è finita sui tavoli del sindaco Marco Bucci, del presidente della Regione Giovanni Toti, dell’Autorità Portuale di sistema del Mar Ligure Occidentale, del consiglio comunale e del municipio Centro-Ovest. Disponibile anche una petizione online che sul sito Change.org ha superato quota 8000 adesioni. "A Multedo gli abitanti convivono da oltre 40 anni con i depositi petrolchimici, dannosi per la salute e costantemente a rischio. Spostarli sotto la Lanterna e vicino alle case non è una soluzione praticabile. Sarebbe un grave e costante pericolo per tutta Genova" scrivono gli ideatori della petizione.
 
Il pericolo dei petrolchimici nella zona della Lanterna viene speigato in tre punti:
 
Rischi di catastrofi: Negli ultimi 40 anni a Multedo si sono verificati gravissimi incidenti con morti e feriti oltre a enormi danni ambientali causati da incendi, esplosioni e sversamenti (negli anni 1977, 1987, e di recente nel 2014 e 2016).
 
Emissioni nocive in atmosfera: materiali che verrebbero movimentati contengono sostanze nocive e tossiche, il rischio che si riversino in atmosfera è troppo alto!
 
Pericolo per i cittadini: Una possibile esplosione dei depositi oltre alle emissioni nocive avrebbe effetti devastanti sulla città e sugli abitanti e i lavoratori in un ampio raggio dalla Lanterna con rischi di reazioni a catena.