Dello Strologo sceglie il silenzio: “Non voglio entrare in una guerra di candidati”

di Antonella Ginocchio

Dopo la “polemica” a distanza con Sansa

Dello Strologo sceglie il silenzio: “Non voglio entrare in una guerra di candidati”

“Non voglio entrare in nessuna guerra di candidati”. E’ netto Ariel Dello Strologo, indicato da più parti come il probabile candidato alla presidenza della Regione per la compagine che riunisce il centrosinistra ed il Movimento 5 Stelle. Le sue brevi dichiarazioni riportate in particolare da un quotidiano, sono risuonate come una sorta di risposta, una polemica a distanza innescata da alcune dichiarazioni di Ferruccio Sansa, altro nome sostenuto da una  fetta della coalizione.

Dello Strologo lascia intendere che la sua è stata poco più di una frase generica, detta per rimarcare la sua volontà di essere il candidato di tutta la colazione.

Intanto l’avvocato, presidente della Comunità ebraica, raggiunto telefonicamente al mare, conferma la sua volontà di non voler dire null’altro. Si limita a rimarcare di “non volere alimentare alcuna guerra tra candidati”

Adesso  non resta che attendere le decisioni che stanno maturando a Roma. A quanto si sa un parte del Movimento 5 Stelle non sarebbe d’accordo nella scelta di Dello Strologo. Sul suo nome è invece compatto il Pd e convergerebbe di fatto anche il resto del campo progressista. A Dello Strologo non si opporrebbero neppure le forze che stanno più a sinistra del Pd.

Intanto Gianni Pastorino, capogruppo in Consiglio regionale di Linea Condivisa invita tutti a “Parlare meno sui giornali”, per privilegiare invece un contatto, un ragionamento ed un dialogo diretto.

Resta adesso da vedere se il “ragionamento” consiste semplicemente nella verifica di una convergenza su Dello Strologo oppure se occorre esplorare altri “profili interessanti”. Insomma, se una serie di giochetti abbia bruciato o meno Dello Stologo. La risposta è attesa da Roma