Covid, la virologa Capua: "L'Italia è ad un passo dalla svolta, la situazione sta migliorando"

di Redazione

La scienziata è fiduciosa, ma avverte: "A Natale limitiamoci a frequentare la "famiglia ristretta", non si può far finta che il virus non esista"

Covid, la virologa Capua: "L'Italia è ad un passo dalla svolta, la situazione sta migliorando"

"Credo che l'Italia sia a un passo dalla svolta, le cose vanno meglio, la situazione è più sotto controllo". E' l'opinione della virologa Ilaria Capua, intervenuta oggi all'evento Focus Live, in collegamento dagli Stati Uniti. Per combattere il virus, continua la scienziata, quello che verrà sarà necessariamente il "Natale della famiglia ristretta, perché non possiamo permetterci di far finta che il virus non esista o che non sia in grado di provocare danni persino peggiori. Bisogna scavallare l'inverno ed essere pronti per una primavera di rinascita". 

"Spero che tra 5 o 10 anni questo coronavirus diventi il nuovo virus del raffreddore", ha continuato Capua, spiegando che quello del raffreddore è un coronavirus che si è stabilizzato nella popolazione umana, arrivando a circolare senza far danni. "Non escludo che i coronavirus che circolavano nell'uomo 100 anni fa siano arrivati da un pipistrello, ma all'epoca non c'era l'accelerazione di movimenti che c'è oggi, quel coronavirus magari ci ha messo 100 anni a fare il giro del mondo e nel frattempo ha perso virulenza". E la virologa si augura che lo stesso succeda con questo coronavirus, in tempi assai più contenuti. 

"Questa pandemia è un cigno nero", ha concluso Ilaria Capua. " Ha caratteristiche uniche e spero irripetibili, perché ha trovato una popolazione totalmente scoperta dal punto di vista immunitario: non c'era nessuno che avesse un anticorpo ed è divampata come un incendio in un pagliaio".