Covid 19, nel 2020 il teatro ligure ha perso quasi due milioni di euro

di Redazione

Le 19 imprese teatrali liguri registrano un "buco" da 1,7 milioni. La Regione intanto stanzia 700mila euro per i lavoratori autonomi dello spettacolo

Covid 19, nel 2020 il teatro ligure ha perso quasi due milioni di euro

Lo spettacolo ligure, che occupa oltre 400 lavoratori, nel 2020 ha segnato un "buco" da circa 1,7 milioni a causa del Covid 19, e le prospettive per la stagione 2021 sono ancora incerte. E' il quadro emerso in Consiglio regionale durante un incontro tra la conferenza dei capigruppo e i rappresentanti del settore. L'assemblea ha approvato all'unanimità un ordine del giorno per "dare nuovi ristori alle imprese teatrali e dello spettacolo dal vivo". Il documento sottoscritto da tutti i gruppi impegna la Giunta Toti "a verificare la possibilità di azioni di supporto per le imprese teatrali e dello spettacolo dal vivo che consenta una ripresa della programmazione".

Intanto l'assessore regionale alla Cultura Ilaria Cavo sottolinea che la Regione ha già stanziato 700 mila euro per i lavoratori autonomi, in modo da garantire un voucher aggiuntivo a quanto previsto dal Dl Ristori e chiede che il governo istituisca un fondo extra Fus. "Il voucher andrà a tutti quei professionisti che hanno lavorato almeno sette giornate tra il 2019 e il 2020 (con Isee sotto i 35mila euro) o 30 giornate (con Isee sotto i 50mila euro) e che rappresentano maestranze, attori, persone che lavorano anche per le imprese teatrali che non hanno potuto godere di nessun intervento di cassaintegrazione"