Condividi:


Coronavirus: Papa Francesco dona materiale protettivo alle Rsa di Chiavari

di Redazione

200 tute bianche, 2000 guanti, 8500 mascherine protettive e 107 mascherine lavabili

Alla Diocesi di Chiavari è arrivato un carico di solidarietà partito dal Vaticano per far fronte all'emergenza Covid-19. Il dono porta la firma di Papa Francesco che ha voluto farsi vicino alle difficoltà che si stanno vivendo nel levante ligure in particolar modo nelle case di riposo per anziani. Lo annuncia la Diocesi di Chiavari.

Il materiale sanitario arrivato è composto da 200 tute bianche per la visita ai pazienti positivi al Covid-19, 2000 guanti, 8500 tra mascherine protettive e mascherine chirurgiche, 107 mascherine lavabili, dunque riutilizzabili, con filtro antibatterico di sostituzione. Il Vescovo Tanasini ha incaricato don Mario Cagna, Direttore dell'Ufficio di Pastorale della Salute della Diocesi di Chiavari, di smistare quanto ricevuto sulla base di quanto indicato dall'Elemosiniere nella sua lettera: il cardinal Konrad Krajewski parla esplicitamente di "case di riposo", in questo momento luogo di una particolare emergenza nell'emergenza.

Considerata la particolare necessità di proteggere gli operatori che hanno contatto con persone affette dall'infezione da Covid-19, la fornitura di 200 tute arrivata dalla Santa Sede verrà donata alla Asl 4 Chiavarese per i professionisti sanitari e, in piccola parte, alla Croce Rossa di Cogorno per quei militi che si occupano del trasporto di pazienti ai reparti covid di Sestri Levante.

"Il Santo Padre è venuto a conoscenza di questa situazione attraverso il suo Elemosiniere, il cardinale Krajewski - spiega il vescovo di Chiavari, monsignor Alberto Tanasini -. La donazione fatta è importante e spero che si possano così aiutare tutte le case di riposo del nostro territorio, fornendo di mascherine e guanti sia gli ospiti che gli operatori ai quali va la nostra riconoscenza".

Il cardinale Krajewski era stato informato di questa necessità dai 'Campioni del cuore', una squadra di calcio composta da sindaci, consiglieri regionali, giornalisti e sacerdoti del levante ligure. Lo scorso settembre avevano disputato a Roma una partita di beneficenza contro una rappresentativa del Vaticano