Coronavirus: In Liguria obbligo di mascherina su bus e treni ma senza distanziamenti

di Redazione

Recepite le linee guida approvate dalla Conferenza delle Regioni. Deroga al distanziamento anche per i congiunti

Genova. L'obbligo di indossare la mascherina sui mezzi publici resta in vigore in tutta la Liguria ma la nuova ordinanza della Regione, che recepisce le linee guida approvate il 6 agosto dalla Conferenza delle Regioni e conferma di fatto le disposizioni già in essere  non prevede nessuna riduzione dei posti disponibili su bus e treni.

A differenza di quanto sosteunto dal comitato tecnico scientifico per il momento non verrà reintrodotto il distanziamento sui treni regionali resta invece l’obbligo di mantenere un metro di distanza, con riduzione dei posti disponibili, sui treni a lunga percorrenza come gli Intercity.

Esiste un'altra novità. La deroga al distanziamento sociale per i conviventi, l’ordinanza firmata da Giovanni Toti, in conformità al decreto del Governo e nel rispetto delle linee guida,  sottolinea che può essere estesa anche “ai congiunti, o a tutte le persone con le quali si intrattengono relazioni sociali abituali, afferendo tale circostanza all’esclusiva responsabilità individuale dei soggetti interessati”.

Alcune novità riguardano le misure di prevenzione nelle residenze universitarie e l’attività venatoria, in particolare per le battute di caccia in braccata, come da protocolli allegati all’ordinanza in vigore da oggi.