Coronavirus, arrivati al San Martino 720 test rapidi per individuare il contagio

di Redazione

Donati dalla Cina, con una puntura sul dito si preleva il sangue e in 15 minuti c'è risultato

Coronavirus, arrivati al San Martino 720 test rapidi per individuare il contagio

L’Ospedale Policlinico ‘San Martino’ di Genova ha ricevuto dalla Cina un nuovo test per individuare il Covid-19. Il Laboratorio di Virologia, diretto da Giancarlo Icardi, ha ricevuto in regalo 720 campioni di un nuovo test che rivela la presenza di anticorpi Covid-19 e può consentire screening più rapidi sulla popolazione. Sono stati donati dalla signora Yu, donatrice cinese privata di Hanghzou, spiega una nota di Confindustria Genova. L’iniziativa è stata resa possibile dall’Unione degli imprenditori italocinesi, dalla società Livolsi & Partners di Milano, che rappresenta in Italia la “Health Industry Association” cinese e da Fremslife, start-up biomedicale genovese. Fremslife ha in corso la procedura di registrazione del test al Ministero per poterlo importare e distribuire in Italia. I test arrivati a Genova grazie alla donazione privata, dispongono già della certificazione CE del produttore cinese.

La procedura é veloce: si fa un prelievo di sangue capillare, pungendo un dito, si mette una goccia (circa 5 microlitri) di sangue nella provetta del device, spiega l'azienda, si aggiunge un buffer specifico, si aspetta la reazione (10’-15’). Il test individua la presenza di anticorpi (immunoglobuline: IgG/igM) specifici del COVID-19, prodotti dall’organismo in presenza dell’infezione da coronavirus. Il risultato si legge direttamente sul kit, a seconda delle tacche che vengono evidenziate.