Condividi:


Cornigliano, lite violenta per un tradimento: insulta e prende a pugni i poliziotti, denunciata

di Redazione

La 47enne, inoltre, non indossava la mascherine ed era in evidente stato di ebbrezza. Il marito accompagnato al pronto soccorso

Litiga con il marito e aggredisce gli agenti. Il fatto è avvenuto a Cornigliano intorno alle 18 di ieri quando la polizia ha ricevuto la telefonata da un titolare di un esercizio commerciale che aveva ricevuto la visita di una coppia di amici. Inaspettatamente i due lo avrebbero coinvolto in un dissidio famigliare per un presunto tradimento, degenerato poi fuori dal locale in una violenta lite, durante la quale il vetro della porta d’ingresso del negozio è andato in frantumi. I poliziotti intervenuti hanno cercato di sedare gli animi, soprattutto quello della donna che è apparsa subito in evidente stato d’agitazione e sotto l’effetto di sostanze alcoliche, nonché sprovvista della mascherina.

La donna è stata invitata ad indossarla e a mantenere un atteggiamento più tranquillo, e ha reagito con violenza, dapprima insultando gli agenti, poi colpendoli con i pugni. La 47enne è stata accompagnata in Questura per la stesura degli atti, mentre il marito, particolarmente provato, è stato accompagnato presso il pronto soccorso dell’ospedale Vila Scassi.