Genova, spari in strada con una scacciacani per un video da pubblicare sui social: denunciati

di Redazione

È successo in via Gramsci, un poliziotto ha atterrato e ammanettato il presunto sparatore. I due giovani accusati del reato di procurato allarme

Genova, spari in strada con una scacciacani per un video da pubblicare sui social: denunciati

Si sono rincorsi simulando una sparatoria con una scacciacani con tanto di presunta vittima che stramazza a terra per pubblicare un video sui social. E' successo ieri pomeriggio in via Gramsci a Genova poco dopo le 16. Alla scena ha assistito una pattuglia della Digos che stava transitando in quel momento e ha visto il presunto sparatore aprire il bauletto di un motorino mettendo dentro la pistola. I poliziotti sono balzati fuori dall'auto e hanno atterrato e ammanettato il presunto sparatore quando l'altro protagonista di questa assurda vicenda si è rialzato urlando "E' uno scherzo".

Entrambi sono stati portati in Questura e denunciati per procurato allarme. Si tratta di un un genovese di 22 anni, con alcuni precedenti per stupefacenti e di un tunisino di 28 anni. L'italiano, oltre alla scacciacani, aveva addosso anche un coltello 'Opinel' e nel bauletto dello scooter ha riposto un tablet con cui ha ripreso tutta la scena. Il genovese è stato denunciato anche per porto d'armi, mentre il tunisino, che risiede in provincia di Imperia, è stato anche sanzionato per la normativa anti-Covid.