Condividi:


Controlli dei carabinieri nella movida: Sestri Levante promossa

di Redazione

Gli esercizi pubblici visitati sono risultati in regola, trovato un giovane in possesso di cocaina. Nel pomeriggio fermati quattro ragazzi per furto

Guarda la galleria

Controlli nella movida da parte dei carabinieri sabato sera a Sestri Levante. In poco più di 4 ore, tra le 20.00 e le 24.00 sono state fermate controllate circa 40 persone. Durante i controlli una persona di 32 anni originaria di Massa è stata segnalata alla Prefettura perché trovata in possesso di una dose di cocaina per uso personale. Durante l'attività di monitoraggio i militari hanno anche verificato il rispetto della normativa “Anti-Covid” in materia di divieto di assembramento e rispetto delle distanze all'interno dei locali. Il risultato è stato confortante, atteso che gli esercizi pubblici visitati sono risultati tutti in regola. La discreta ma incisiva presenza dei carabinieri ha contribuito ad incrementare la percezione di sicurezza da parte dei turisti e dei residenti e al contempo ad infrenare possibili comportamenti molesti come schiamazzi o risse, che non si sono registrati per tutta la notte.  

Nel pomeriggio invece i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Sestri Levante hanno denunciato quattro ragazzi provenienti dal sud est milanese per furto e rapina impropria di generi alimentari consumati ai danni di un supermercato di Sestri Levante. Uno dei quattro, notato dalla responsabile del negozio mentre si impossessava di alcuni tramezzini e bibite, si è dato alla fuga strattonando una donna, che ha cercato di fermarli, procurandole così un’escoriazione al braccio, curata presso il pronto soccorso dell'ospedale di Lavagna. Immediata è stata la richiesta di intervento ai carabinieri, che poco distante, hanno fermato la banda. L'autore delle lesioni è stato denunciato per rapina impropria e la refurtiva è stata recuperata e restituita. Gli altri tre sono stati denunciati per furto in quanto dall'analisi delle immagini registrate dall'impianto di videosorveglianza, sono stati riconosciuti mentre occultavano sulle loro persone altri tipi di generi alimentari

Galleria