Comune di Genova, il vicesindaco Balleari si dimette

di Redazione

È candidato per Fratelli d'Italia per il rinnovo del consiglio regionale. "Indossare la fascia tricolore è stato un onore", scrive al sindaco Bucci

Comune di Genova, il vicesindaco Balleari si dimette

Lo aveva già annunciato, ma da oggi è ufficiale: il vicesindaco di Genova Stefano Balleari si è dimesso.

Balleari, che oltre al ruolo di vicesindaco ricopriva anche il ruolo di assessore ai Servizi Civici, Patrimonio , Anagrafe e Informatica, è candidato alle elezioni per il rinnovo del consiglio regionale della Liguria che si terranno a settembre 2020 nella circoscrizione di Genova per Fratelli d'Italia.

"Mi sembrava inopportuno entrare nel vivo della campagna elettorale e presentarmi alle elezioni ricoprendo già un incarico, specie se così di rilievo come quello che ho avuto l’onore di ricoprire da tre anni a questa parte: una volta deciso di mettersi in gioco penso sia giusto farlo a pieno, senza alcun paracadute da aprire o alcuna poltrona su cui atterrare", scrive Balleari nella lettera indirizzata al sindaco di Genova Marco Bucci con cui ha formalizzato le sue dimissioni.

La lettera, pubblicata sui profili social di Balleari, continua rivolgendosi direttamente al sindaco: "Voglio ringraziarti sinceramente per la grande opportunità che mi hai dato: sono stati anni intensi e faticosi, ma al contempo stimolanti e gratificanti, di cui porterò sempre un lieto ricordo.Tengo soprattutto a rimarcare l’enorme onore di cui mi sono sentito investito tutte le volte che, rappresentando la nostra amata città, ho indossato la fascia Tricolore, con tutto il senso responsabilità che questa ti mette sulla spalla. Credo di aver svolto il mio compito con grande dedizione e che, insieme, abbiamo raggiunto grandi risultati. Il tuo lusinghiero giudizio che pochi giorni fa hai espresso in merito al mio operato, dicendomi che «di meglio non avresti potuto chiedere al tuo Vice», mi inorgoglisce davvero e mi ripaga della fatica profusa per portare a compimento tanti incarichi.Spero che le nostre strade continuino ad incrociarsi per il bene del nostro territorio e che, insieme, ancora si possa continuare a realizzare il sogno – permettimi – della “nostra" Genova Meravigliosa".