Chiavari, svastica al Parco della Memoria: "Atto grave e vile, questo è un crimine"

di Edoardo Cozza

La denuncia dell'Anpi: "Sfregiata la targhetta che ricorda l'avvocato Cohen Da Silva: gesto odioso perché arriva nei Giorni della Memoria"

Chiavari, svastica al Parco della Memoria: "Atto grave e vile, questo è un crimine"

L'Anpi ha denunciato un atto vandalico di matrice antisemita nel Parco della Memoria di Chiavari: "La mano di una persona vile ha sfregiato una delle targhette del Parco della Memoria, in fase di completamento sulla spiaggetta di Chiavari, a ricordo dei deportati ebrei del Tigullio nei campi di sterminio nazisti" denuncia in una nota.

Sulla targa dell'albero "assegnato alla memoria dell'avvocato Giacomo Cohen Da Silva di Rapallo, arrestato dalle SS il 4 novembre 1943, deportato da Milano il 6 dicembre 1943 ed eliminato all'arrivo ad Auschwitz l'11 dicembre 1943, è stata tracciata una svastica, simbolo del periodo più buio della nostra storia recente".

"Un gesto grave, che non può essere derubricato a una bravata - sottolinea l'Anpi -, reso ancor più odioso perché perpetrato nei Giorni della Memoria. È la conferma che la guardia deve rimanere alta, perché chi, per ignoranza o scelta, non conosce il passato, tende pericolosamente a ripeterlo. E va fermato subito".

L'associazione partigiani chiede al al Comune "di visionare immediatamente le registrazioni filmate delle telecamere di sicurezza esistenti in zona, per cercare di risalire al responsabile, che si è macchiato di un crimine. E siamo certi che l'amministrazione vorrà provvedere rapidamente alla sostituzione della targa sfregiata".