Atto vandalico a Chiavari: tagliata la pianta dedicata ai deportati ad Auschwitz

di Marco Garibaldi

Le 46 piante del Parco della Memoria rappresentano simbolicamente i deportati dal Tigullio verso i campi di sterminio nazisti

Atto vandalico a Chiavari: tagliata la pianta dedicata ai deportati ad Auschwitz
È stata tagliata da alcuni vandali una delle Tamerici del Parco della Memoria, inaugurato a Chiavari pochi mesi fa.
 
Le piante, 46 alberi uno per ciascuno dei 46 ebrei, rappresentano simbolicamente i deportati dal Tigullio verso i campi di sterminio nazisti.
 
"Una grande emozione piantare una giovane pianta dedicata, con forte valore simbolico, alla piccola Nella Attias deportata ad Auschwitz - ha commentato il vicesindaco di Chiavari Silvia Stanig - Oggi, sempre simbolicamente, questa giovane vita viene nuovamente spezzata attraverso un atto "vandalico" carico di forte cattiveria, ignoranza e indifferenza... Una vera tristezza! Nel giorno dedicato alla Terra, accanto a giovani sensibili ed entusiasti è "nato" a Chiavari il Parco della Memoria e noi non vogliamo rinunciare a quanto di meraviglioso questa iniziativa porta in sé. Faremo tesoro di quanto accaduto per riflettere e cureremo quanto rimane della pianta di Nella che crescerà comunque, diversa dalle altre, perché divenga ancora una volta simbolo ma stavolta di Resistenza. La Memoria è la nostra ricchezza: uno sguardo nel passato per vivere il presente e consegnare ai nostri figli un futuro migliore".
 
"Avevamo individuato nelle Tamerici le piante capaci di superare i venti marini, ma non avevamo previsto l'imbecillità di chi ha rovinato l'arbusto dedicato a Nella Attias - fa sapere l'Anpi di Chiavari - Nella era una bambina ebrea mandata a morire nel campo di Auschwitz, nel nostro Parco della Memoria riviveva in quella Tamerice vandalizzata. Oggi eravamo al Parco per rivivere il nostro impegno e la memoria per Nella, l'imbecille che ha strappato il fusto è già dimenticato nella nullità del suo atto".