Cessione Spezia, il sindaco Peracchini: "Il Comune all'oscuro della trattativa"

di Alessandro Bacci

"Tifosi restate vicini alla squadra. La maglia bianca vale più di tutto: la passione e l’orgoglio per lo Spezia non sono in vendita"

Cessione Spezia, il sindaco Peracchini: "Il Comune all'oscuro della trattativa"

In merito alle notizie circa una possibile vendita dello Spezia Calcio, è interventuo anche il SindacoPeracchini per mandare un messaggip ai tifosi: “Vorrei lanciare un appello a tutta la tifoseria dello Spezia Calcio molto turbata dalle ultime indiscrezioni che vorrebbero una cessione della società a un altro investitore perché si continui a restare vicini alla nostra squadra e all’allenatore Italiano, strenuamente impegnati nella salvezza della serie A. Siamo nella seconda parte del Campionato e la passione dei tifosi è ancora più fondamentale in questa fase per motivare i giocatori e sostenerli, partita dopo partita, perché non possiamo permetterci di non credere noi per primi a un sogno avverato dopo 114 anni."

Sulla vendita il sindaco sottolinea che il Comune non è stato informato: "Rispetto alla possibile vendita, certamente mi rammarica che nessuno abbia bussato alla porta del Comune per un’interlocuzione anche solo preliminare, soprattutto riguardo la struttura dello Stadio Picco che, per quanto in concessione allo Spezia Calcio, è di proprietà comunale. L’Amministrazione è in prima linea perché la squadra possa rimanere a giocare in Città: c’è un progetto di adeguamento dello stadio sul quale ci siamo impegnati noi per primi proprio perché crediamo che avere una squadra in serie A sia un volano economico e turistico che non dobbiamo lasciarci sfuggire. Un possibile investitore, quindi, anche solo per cortesia istituzionale, avrebbe dovuto guardare allo Spezia Calcio a trecentosessanta gradi."

Nonostante questo, però, continuo a credere nella parola di Volpi - conclude il sindaco - Il patron aveva promesso che avrebbe portato lo Spezia Calcio dalla serie D alla serie A, e così è stato. Allo stesso modo, disse che in caso di cessione, avrebbe lasciato la società in buone mani, con un progetto serio. La storia dello Spezia come la storia della Città della Spezia sarà per sempre legata a Volpi perché è lui ad aver accompagnato tutti gli spezzini in un sogno a occhi aperti agognato per 114 anni fino alla serie A: sarebbe un tradimento a se stesso se questo sogno si tramutasse in un incubo il primo anno di campionato. La finanza ormai governa il calcio purtroppo, ma la maglia bianca vale più di tutto: la passione e l’orgoglio per lo Spezia non sono in vendita”.