Cassano sulla cessione sfumata della Samp: "Io sto con Ferrero"

di Redazione

L'ex numero 99 difende il presidente blucerchiato: "Non capisco perché i tifosi lo contestano"

L'ex numero 99 blucerchiato Antonio Cassano è tornato a parlare della cessione della Sampdoria in un'intervista a Repubblica. "Non capisco perché i tifosi di colpo dopo sei anni abbiano preso a contestarlo. È vero che quest’anno la squadra stenta, ma i risultati sono sempre stati ottimi. Ferrero ha chiesto 95-100 milioni per vendere la Samp. Sono gli altri che volevano comprare che non si sono mai avvicinati a quella cifra". I giornalisti hanno anche chiesto un parere a Cassano sull'arrivo di Ranieri. "Se salverà la Samp? Credo proprio di sì. È la persona ideale con la sua esperienza, ha già ridato tranquillità e equilibrio". E poi una domanda precisa: chi sono i due presidenti migliori che ho avuto? Cassano risponde: "In assoluto Riccardo Garrone. Poi, non l'ho praticamente avuto come presidente ma lo conosco bene. Tonino Gozzi. Ha fatto dell'Entella un modello di società. Due persone serie, per bene, sincere e leali, che non hanno nulla a che vedere con tante brutte cose che ci sono nel calcio di oggi. So che il sogno di Gozzi è portare l'Entella in Serie A, glielo auguro di cuore, sarebbe bellissimo per lui e per tutto il calcio"