Genova, caos autostrade, il corteo dei tir e la visita della ministra De Micheli

di Marco Innocenti

I camion partiti da Varco Etiopia hanno raggiunto via xx Settembre. Alle 14 l'incontro con la ministra

Tutti uniti per dire basta al caos della autostrade liguri. Una protesta che avrebbe dovuto svolgersi a Roma ma che, alla fine, è rimasta a Genova, in concomitanza con l'arrivo della ministra De Micheli per il riavvio dei lavori del nodo ferroviario. "Non bloccheremo la città" hanno assiurato a più riprese i manifestanti, che scenderanno in piazza... pardon, in strada, a partire dale 11. Il punto di ritrovo prefissato è Varco Etiopia su Lungomare Canepa. Da qui la colonna di circa 12 camion procederà, sempre a passo d'uomo, verso la Foce per poi dirigersi in via xx Settembre, dove dovrebbe arrivare intorno alle 12-12,30. I manifestanti, tutti appartenenti al mondo delle imprese, raggiungeranno poi piazza Fontane Marose dove ci sarà il punto di ritrovo della protesta.

La ministra De Micheli invece dovrebbe arrivare a Genova nella tarda mattinata: alle 12.25 è previsto l'inizio della cerimonia ufficiale per la ripartenza dei lavori del nodo ferroviario nel cantiere di Brignole, alla presenza, oltre che della ministra, anche del commissario straordinario Calogero Mauceri, del presidente del Cociv Marco Rettighieri, dell’ad di Rfi Maurizio Gentile, dell’ad di Webuild Piero Salini, del sindaco di genova Marco Bucci e del governatore della Liguria Giovanni Toti. 

La ministra poi è attesa in Prefettura dove si terrà l'incontro con una delegazione del comitato "Salviamo Genova e la Liguria", promotore della manifestazione di protesta, per provare a dare risposte certe alle richieste delle imprese soprattutto sul risarcimento dei danni causati da queste settimane di blocco dell'attività a causa del caos della rete autostradale.