Condividi:


Bucci: "Luna Rossa a Genova per l'arrivo dell'Ocean Race? Ci proveremo"

di Marco Innocenti

Il sindaco, grande appassionato di vela, augura 'buon vento' alla barca italiana: "A bordo c'è tanta Liguria, negli uomini e nelle attrezzature"

E' chiamata anche la Coppa delle 100 ghinee perché, si racconta, 170 anni fa quello fu il prezzo pagato all'orafo che realizzò quella brocca, un po' pacchiana per la verità, divenuta poi il trofeo sportivo più antico del mondo. E' l'America's Cup, il pallone d'oro di ogni velista, la formula uno del mare. Definizioni a parte, però, è la coppa che Luna Rossa sogna di strappare a Team New Zealand, defender di questa 36esima edizione.

Un privilegio che il consorzio capitanato da Patrizio Bertelli ha conquistato al termine di una splendida finale, vinta 7-1 contro Ineos Team UK, la barca al cui timone sedeva nientemeno che il plurimedagliato Sir Ben Ainsley. Nonostante i tanti allori raccolti in carriera, Big Ben non ha potuto nulla contro lo strapotere della barca italiana, timonata dal duo James Spithill e Ceccho Bruni, con il tattico alassino Pietro Sibello e lo skipper Max Sirena a completare il cerchio, insieme a tutti gli altri membri dell'equipaggio e le decine di persone che col loro lavoro, in barca come a terra, hanno reso possibile questo sogno.

Sotto le insegne di Luna Rossa ha lavorato e continua a lavorare anche tanta Liguria, fornendo uomini o parti dello scafo che ha trionfato in Prada Cup. Ma per una competizione che si conclude, se ne apre subito un'altra, la più affascinante e prestigiosa. Dal 6 marzo si aprono le porte dell'ultimo atto, quello appunto contro Team New Zealand che vale la brocca d'argento, per rivivere il sogno di Azzurra, del Moro di Venezia o delle precedenti Luna Rossa, per andare a caccia stavolta di un finale completamente diverso.

“Sono molto contento che Luna Rossa abbia vinto questa Prada Cup e adesso sia pronta per la sfida finale – commenta anche il sindaco di Genova Marco Bucci, grande appassionato di vela – Ricordiamoci che su Luna Rossa c'è anche molta, moltissima Liguria, sia negli uomini che nelle attrezzature. C'è Sibello ma ci sono anche le tele North Sail, tutta la tecnologia, le persone ma anche il sentimento e il fatto che la vela sia sempre più importante. Sono molto contento che ci sia di nuovo interesse, proprio grazie a Luna Rossa. Questo ci consentirà di avere ancora più persone qui a Genova a giugno per la finale dell'European Ocean Race, che sarà una festa incredibile, assieme alla Giraglia, con tutte le barche che poi prenderanno parte alla regata intorno all'Europa. Sarà il preludio a quello che accadrà poi fra due anni, con la partenza delle Ocean Race intorno al mondo che finirà proprio qui a Genova. La nostra città diventerà insomma la capitale della vela nei prossimi 3 anni”.

Chissà che, comunque vada quest'America's Cup, non si possa vedere Luna Rossa navigare davanti alla nostra città, proprio in occasione di una di queste grandi manifestazioni. “Il fatto che possa venire qui a giugno all'arrivo dell'Ocean Race Europa sarebbe una cosa fantastica – ammette Bucci – Appena torneranno da Auckland, chiederò loro di venire a rendere lustro a queste grandi manifestazioni. E allora, buon vento a Luna Rossa”.