Condividi:


Bambina investita, l'autista Amt non è stata derubata: borsa ritrovata

di Matteo Politanò

Nonostante il falso allarme il sindacato mette in guardia: "Spesso furti ai capolinea, bisogna stare attenti"

Disagio a lieto fine questa mattina all'altezza della stazione ferroviaria di Genova Principe. Intorno alle 8,30 una bambina è stata investita nei pressi del piazzale con i capolinea Amt. Immediati i soccorsi per la piccola che è stata trasportata in codice giallo all'ospedale Gaslini. In attesa dell'arrivo dell'ambulanza sono stati alcuni passanti i primi a prestare soccorso alla bambina.

Tra di loro anche una autista di Amt della linea 34 che, dopo aver assisto all'incidente, è immediatamente scesa dal mezzo che guidava per aiutare gli operatori del 118. Al ritorno sul bus la autista ha dovuto però fare i conti con una brutta sorpresa: si è infatti resa conto di essere stata derubata dello zaino di lavoro che era al posto di guida. Dopo qualche ora è però emersa un altra verità: in realtà la borsa è stata ritrovata su un altro bus, era stata spostata dopo il cambio di vettura.

Nonostante il falso allarme i sindacati sottolineano però il problema dei furti sui bus: "Purtroppo non è la prima volta che capita, è già capitato a Brignole e in altri capolinea. I malintenzionati ci sono - ha spiegato Marco Marsano, segretario amministrativo del sindacato Orsa Tpl Genova - Non possiamo far altro che consigliare più prudenza: ogni volta che si lascia il mezzo bisogna portarsi dietro zaini e oggetti personali, perché ci sono ladri che fanno caso a questi dettagli".