Bagnino salva due ragazzi e rischia di annegare a Bordighera, i giovani scappano

di Alessandro Bacci

Il bagnino dopo il ricovero è in ripresa: "Ho bevuto e riportato un trauma cranico, qualche minuto ancora e non ci sarebbe stato più nulla da fare"

Bagnino salva due ragazzi e rischia di annegare a Bordighera, i giovani scappano

"Stavolta è andata bene, che hanno trovato due persone come noi, che si sono gettate in mare, mettendo a repentaglio la propria vita, ma qualche minuto ancora e non ci sarebbe stato più nulla da fare. Avrei voluto dirlo pure a quei due ragazzi, ma sono scappati dopo il salvataggio". A parlare è Robertino Rocco, 19 anni, il bagnino dello stabilimento Vernier di Bordighera, che ieri assieme al figlio del titolare, Filippo, ha salvato due ragazzi in difficoltà tra le onde, rischiando di morire. I ragazzi si erano gettati in acqua dalla vicina spiaggia libera e la corrente li aveva trascinati verso lo stabilimento.

"Ho bevuto e riportato un trauma cranico battendo su una pietra - racconta Rocco -. Ringrazio Filippo, perché se non fosse stato per lui, a quest'ora non sarei qui a raccontare. Lancio un appello al Comune si mettano bagnini anche alle spiagge pubbliche". Dello stesso avviso il figlio del proprietario dello stabilimento dove Rocco lavora.

"In estate non si possono gestire flussi di 500-1000 persone. Servirebbero bagnini ogni ottanta metri di spiaggia. E' andata bene, ma non so quanti si sarebbero gettati con quelle onde".