Condividi:


Autostrade, Piana e Senarega (Lega): "Revoca della concessione o pedaggi gratis in Liguria"

di Alessandro Bacci

Intanto il premier Conte annuncia: "Ci sono tutti gli estremi per la revoca, a breve il governo deciderà"

"Se il Governo non vuole ancora revocare le concessioni imponga pedaggi gratis in tutta la Liguria". Lo afferma la Lega in Liguria a seguito dei gravi disagi che da settimane colpiscono automobilisti e camionisti in tutta la regione a causa dei cantieri per le manutenzioni. "Da quel tragico 14 agosto ormai sono passati quasi due anni. Se il Governo Conte non vuole ancora revocare le concessioni ad Autostrade per l'Italia, almeno imponga di fare bene e celermente i lavori, costi quel che costi - dicono in una nota il presidente dell'Assemblea legislativa della Liguria e consigliere regionale Alessandro Piana e il capogruppo regionale Franco Senarega (Lega) -. Inoltre, il Mit deve controllare che non si verifichino più i continui, forti disagi sull'intera rete autostradale ligure. Nel frattempo, autostrade gratis da Sarzana a Ventimiglia senza distinzioni".

"Nei giorni scorsi - hanno spiegato Piana e Senarega - è stato annunciato il piano di monitoraggio e interventi sulle gallerie della rete autostradale ligure di competenza, elaborato da Autostrade per l'Italia in condivisione con il ministero delle Infrastrutture e Trasporti. Il dichiarato obiettivo del piano è di anticipare, entro il 30 giugno, il completamento degli interventi nelle gallerie e la conseguente normale riapertura dei tunnel nel nodo genovese. Inoltre, è stata stabilita la gratuità dei pedaggi per alcune tratte che interessano il territorio di Genova e, in parte, quello del Tigullio. Con la riapertura dei confini regionali agli spostamenti e la stagione estiva alle porte auspichiamo che la data del 30 giugno sia rispettata, ma precisiamo che i lavori dovrebbero essere effettuati bene e celermente non solo nelle gallerie perché le autostrade liguri devono essere liberate da tutti i cantieri. Il raddoppio del numero degli operai e il rafforzamento dei mezzi nei cantieri deve quindi essere fatto anche per il resto delle tratte liguri di competenza delle altre società concessionarie, dove gli utenti sono costretti a subìre gli stessi forti disagi che si registrano quotidianamente a Genova. Pertanto, nel frattempo occorre introdurre subito la gratuità dei pedaggi in tutto il tratto del Golfo Paradiso e del Tigullio e in quelli imperiesi, savonesi e spezzini".

Durante il suo discorso per la riapertura delle regioni, il premier Giuseppe Conte ha affrontato anche il tema legato allla concessione ad Aspi: “Su Autostrade, per quanto mi riguarda, nulla è cambiato: c’è una procedura di caducazione della concessione in corso. Ci sono conclamati inadempimenti del concessionario quindi per me ci sono tutti gli estremi per la revoca. Sono state avanzate delle proposte di transazione. Perché le proposte di transazione siano accettate vuol dire che presentano un vantaggio maggiore per il concedente quindi per l’interesse generale rispetto a quello della revoca. Se finora non si è conclusa fatevi voi un’idea, vuol dire che queste proposte transattive non sono compatibili con l’interesse generale. Ma siccome è una procedura complessa, tra breve il governo deciderà”.

Condividi: