Condividi:


Autoparco di Cornigliano, Rixi: "Progetto solo temporaneo? Io non sono d'accordo"

di Marco Innocenti

Bucci: "Partiremo quando la sponda del Polcevera non sarà più zona esondabile"

Mentre continua la telenovela legata all'autoparco a Cornigliano, dopo le dimissioni della presidente di Società per Cornigliano Cristina Repetto e il possibile "declassamento" a parcheggio temporaneo, dice la sua sull'argomento anche Edoardo Rixi, leader della Lega in Liguria e responsabile infrastrutture del Carroccio: "E' grazie a Cristina Repetto se i lavori sono stati accelerati - ha spiegato Rixi - Non possiamo lasciare i camion in strada per un anno e mezzo. Però io ribadisco che AdSP, Comune e Regione devono trovare un'area da 600 posti su Genova. Va fatto o sulle aree ex-Ilva o in altre zone ma l'autoparco deve essere fatto. Io lo dico da un anno e mezzo ma poi è un tema che nessuno vuole affrontare davvero. Il porto è trafficatissimo di camion e il problema c'è.  Non avere nel 2020 un autoparco decente nel primo porto italiano è un'assurdità. Poi la polemica su Cornigliano mi interessa fino a un certo punto. Ma se l'idea è di mettere lì i camion solo temporaneamente, io non sono d'accordo: serve avere una data e creare un progetto in tempi rapidi. La giunta comunale e quella regionale hanno sempre posto la concretezza come loro baluardo, allora mettiamoci all'opera. Poi so già che litigheremo un po' con tutti perché quando individui un piazzale, in questa città, arrivano in tanti".

"Adesso qualcuno lo chiama parcheggio a lungo termine - la risposta del sindaco Marco Bucci - ma il messaggio è chiaro: si fa e sarà una cosa temporanea come abbiamo già avuto modo di dire. In settimana avremo l'incontro con il consorzio delle associazioni di Cornigliano a cui faremo vedere i progetti, che partiranno quando la zona non sarà più esondabile. Adesso la sponda destra del Polcevera è esondabile. E' tutto molto semplice, per chi non vuol essere strumentale".