Condividi:


Autoparco, Bucci: "Se troviamo un'alternativa a Cornigliano sarà una vittoria per la città"

di Redazione

I camion dovranno lasciare l'area di Campi il 6 marzo

"Se riusciamo a trovare una soluzione alternativa per non far andare i camion a villa Bombrini sarà una vittoria per tutta la città". Lo afferma il sindaco di Genova Marco Bucci alla vigilia della discussione in consiglio comunale della delibera di giunta sul progetto di un parcheggio per camion in un area ex Ilva a Cornigliano. La discussione del documento era già stata calendarizzata nei giorni scorsi nonostante mancasse ancora il passaggio in commissione, avvenuto solo oggi. Il sindaco ha confermato quanto emerso in commissione ovvero che l'amministrazione è alla ricerca di spazi dove collocare al più presto oltre 200 tir che a breve dovranno lasciare un'altra area in zona Campi. 

"Stiamo cercando soluzioni di breve, medio e lungo periodo - afferma Bucci - proprio oggi ho svolto alcuni sopralluoghi e spero di chiudere su uno spazio che possa sciogliere i nodi accogliendo le richieste degli autotrasportatori e dei cittadini". Questa mattina durante la commissione consiliare Giuseppe Tagnochetti, coordinatore ligure di Trasportounito, associazione di categoria dell'autotrasporto, ha spiegato che il 6 marzo scatterà la disdetta per la locazione dell'area in zona Campi. Anche se la delibera di giunta dovesse passare e avere il via libera del collegio di vigilanza sulle aree ex Ilva (in programma il 4 marzo), trattandosi di una modifica del Puc sarebbero necessari almeno altri 30 giorni per la presentazione delle osservazioni. Inoltre facile che la delibera possa essere impugnata al Tar da uno dei tanti soggetti che ricordano come in quell'area ex Ilva, in base all'accordo di programma del 2005, è previsto un parco e che ogni modifica all'accordo, anche transitoria, deve essere sottoscritta da tutti i firmatari.     

Nello spiazzo dietro a villa Bombrini, sono stati effettuati alcuni lavori, il terreno è stato ricoperto con teli e ghiaia. La giunta ha spiegato che l'intervento era programmato da tempo nell'ambito della bonifica di quell'area ed eseguito dalla società Sviluppo Genova ma le opposizioni, su iniziativa di Gianni Crivello, hanno scritto una lettera chiedendo che senso abbia avuto svolgere la commissione e che senso avrà la seduta del consiglio comunale di domani se i lavori per la realizzazione dell'autoparco sono già iniziati. "Quei lavori non c'entrano nulla con l'autoparco", ribadisce Bucci. Il Pd attacca: "L'errore macroscopico della Giunta Bucci è quello di avere pensato di risolvere l'emergenza dell'autoparco individuando un'area che aveva bisogno di una modifica delle norme urbanistiche".