Condividi:


Augello e Yoshida trascinano la Sampdoria, Inter fermata sul 2-2 al Ferraris

di Alessandro Bacci

I blucerchiati trovano per ben due volte la reazione mettendo in difficoltà i campioni d’Italia. Nel finale non riesce il colpaccio agli uomini di D’Aversa

La Sampdoria ottiene un ottimo pareggio al Ferraris contro l’Inter. I nerazzurri, passati in vantaggio per ben due volte, devono fare i conti con la bella reazione dei blucerchiati. La sfida termina con uno spettacolare 2-2. Mister D’Aversa come previsto schiera la Sampdoria con il 4-4-2 con la coppia Caputo-Quagliarella.

IL PRIMO TEMPO

La prima occasione della partita è per la Sampdoria con Thorsby che dopo 3 minuti si ritrova un cross sulla testa a un metro dalla porta. Il tiro del norvegese termina alto. Le due squadre si studiano ma l’Inter velocemente dimostra la maggiore qualità. Al 17’ Orsato fischia un calcio di punizione dal limite dell’area, i blucerchiati protestano per il contatto dubbio ma l’arbitro è sicuro. Sul pallone si presenta Dimarco che piazza il pallone nel sette dove Audero non può arrivare. 1-0 per l’Inter. La Samp accusa il colpo e i nerazzurri hanno due buone occasioni per raddoppiare ma la svolta arriva al 33’: Yoshida su calcio d’angolo colpisce il pallone con una lieve deviazione e beffa Handanovic trovando il pareggio. 1-1 al Ferraris. Le emozioni del primo tempo, pero, non sono finite. Damsgaard al 43’ perde malamente un pallone in fase offensiva e lascia campo aperto al contropiede avversario. Barella riceve palla sulla destra e pennella il cross per Lautaro Martinez. L’argentino colpisce con il destro al volo e fulmina Audero. 1-2. Ancora proteste da parte della Samp per un presunto fallo su Damsgaard. Il primo tempo termina così.

IL SECONDO TEMPO

Inizia la ripresa e la Samp trova subito il pareggio. Bereszynski prova il dribbling sulla destra e crossa con il sinistro, il pallone capita sul sinistro di Augello che al volo fulmina Handanovic. Un grandissimo gol al Ferraris 2-2. L'Inter reagisce immediatamente con Perisic che si presenta di fronte ad Audero ma il suo diagonale termina a lato per pochi centimetri. Inzaghi corre ai ripari e inserisce Vidal e D'Ambrosio al posto di Brozovic e Perisic. Al 54' Calhanoglu sbaglia un rigore in movimento presentandosi di fronte ad Audero e calciando incredibilmente sul fondo. L'occasione ghiotta per la Samp capita al 57' sui piedi di Caputo che in area di rigore svirgola il tiro su un cross al bacio rasoterra di Bereszynski, pallone fuori. Al 73' Damsgaard tira a incrociare, il pallone sembra diretto in porta ma D'Ambrosio si lancia in scivolata e salva tutto sulla linea. A pochi minuti dal termine Sensi si fa male ma l'Inter ha terminato gli slot disponibili per i cambi. D'Aversa tenta di approfittare della superiorità numerica e inserisce Torregrossa per tentare il colpaccio. La sfida termina 2-2.