Condividi:


Aspi risponde a Bucci: "Il viadotto Bisagno è sicuro"

di Redazione

Nel frattempo continuano i lavori di manutenzione sulle pile 3, 2 ed 1

Dopo le paure e i timori sulla stabilità del viadotto Bisagno, preso di mira anche da un servizio delle Iene, Autostrade per l'Italia ha risposto alla richiesta di chiarimento del sindaco di Genova Marco Bucci. In una nota la società fa sapere che "Come già reso noto dal Tronco genovese nelle scorse settimane, sul Bisagno sono in corso lavori di manutenzione conservativa di elevazioni di impalcato dell’opera, la cui conclusione è prevista a dicembre 2021. I lavori sono stati avviati sulla pila 3 che insiste sul bosco di via delle Gavette, per proseguire con le pile 2 e 1. L’intera opera è stata oggetto di ispezione e di asseverazione da parte di una società di ingegneria esterna che ha confermato la sicurezza statica dell’opera”.

Il timore dei cittadini riguarda gli oggetti caduti dal viadotto nell'ultimo periodo, bulloni e calcinacci, ma anche la stabilità dei pedoni. Aspi puntualizza: "Le parti cave del Bisagno sono state esaminate da tecnici rocciatori di una società specializzata terza. Tutta la documentazione e le risultanze delle suddette ispezioni sono state trasmesse al Mit”. In merito alla caduta di una lama flessibile Aspi ricorda anche di aver "allontanato un’impresa appaltatrice che stava operando sul Bisagno, dopo che un operaio, contravvenendo alle regole di sicurezza, aveva provocato la caduta di un oggetto di lavoro dal viadotto“.