Afghanistan, Toti: "O ci svegliamo o ne pagheremo le conseguenze"

di Alessandro Bacci

Il presidente della Liguria: "Nessuno si illuda che i kamikaze siano lontani da noi, l'attentato di Kabul dimostra i danni del ritiro illogico"

Afghanistan, Toti: "O ci svegliamo o ne pagheremo le conseguenze"

"Nessuno si illuda che i kamikaze di Kabul siano lontani da noi. Nessuno si illuda che diritti negati e violenza siano temi da affrontare in modo ipocrita in qualche salotto. O ci svegliamo o ne pagheremo le conseguenze". Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti oggi pomeriggio via fb interviene sull'attentato all'aeroporto di Kabul. "In Afghanistan il peggio si affaccia prima del previsto. - commenta Toti - L'attentato all'aeroporto di Kabul dimostra quali danni produrrà un ritiro illogico e insensato da quel Paese. Se la democrazia, come scrive qualche sedicente esperto di politica estera, non si esporta, di certo il terrorismo si può importare. Ora bisogna correre ai ripari nel più breve tempo possibile".

'In Afghanistan il peggio si affaccia prima del previsto. L'attentato all'aeroporto di Kabul dimostra quali danni produrra' un ritiro illogico e insensato da quel Paese. Se la democrazia, come scrive qualche sedicente esperto di politica estera, non si esporta, di certo il terrorismo si puo' importare' - aggiunge Giovanni Toti.