Accoltellò un ragazzo per rubare una bici, fermato alla frontiera di Ventimiglia

di Alessandro Bacci

Il 23enne è stato arrestato dalla polizia dopo essere stato identificato, su di lui un mandato di arresto europeo

Accoltellò un ragazzo per rubare una bici, fermato alla frontiera di Ventimiglia

E' stato fermato durante un controllo alla frontiera Italia-Francia dal personale della Polizia di Frontiera di Ventimiglia cittadino tunisino di 23 anni che il giorno di Pasqua ha colpito con tre fendenti con un grosso coltello da cucina un ragazzino "colpevole" di aver tentato di recuperare la sua bicicletta rubata. Il ragazzo tunisino era ricercato da aprile. I fatti sono avvenuti a Cremona lo scorso 4 aprile, giorno di Pasqua quando il ragazzino di 16 anni si è reso conto che un giovane straniero stava rubando la sua bicicletta e l'ha inseguito fino ala sponda del Po. A quel punto il ragazzo tunisino è sceso dalla bici buttandola a terra e mentre il ragazzino è chinato per recuperare la bici lo ferisce con tre colpi di coltello alla nuca e alla tempia.

Il ragazzino si è buttato giù dalla sponda ed è stato soccorso da alcuni amici mentre il tunisino è scappato. A suo carico viene emesso un mandato di arresto europeo e un ordine di esecuzione della misura cautelare personale. E' stato arrestato mentre tentava di varcare il confine con la Francia. Non avendo i requisiti per l'ingresso in quello Stato è stato respinto e fermato dalla polizia italiana che l'ha identificato: era ricercato per tentato omicidio.