Vulcanello M, l'armatore Brullo torna in libertà: annullata la custodia cautelare

di Marco Innocenti

Le indagini sull'affondamento del peschereccio Iside, nel quale persero la vita tre membri dell'equipaggio

Vulcanello M, l'armatore Brullo torna in libertà: annullata la custodia cautelare

Il tribunale del riesame ha annullato il provvedimento di custodia cautelare firmato dal Gip di Palermo ai danni di Raffaele Brullo, patron di Augusta Due, società armatrice della petroliera Vulcanello M, al centro dell’indagine sull’affondamento, avvenuto il 12 maggio 2020 al largo di San Vito Lo Capo, del peschereccio Iside, in un incidente che costò la vita a tre membri dell’equipaggio di quest’ultima.

A darne notizia è la stessa compagnia armatoriale in una nota ufficiale. Le ipotesi di reato al vaglio dell'autorità giudiziaria sono di frode processuale e favoreggiamento personale, arrivando a coinvolgere anche il comandante della Vulcanello M e il terzo ufficiale.