Violano il coprifuoco e insultano le forze dell'ordine: serata di tensione a Ventimiglia

di Alessandro Bacci

Un bar ha tenuto aperto oltre le 22, una sessantina di persone presenti: "Non ho chiuso perché è incostituzionale levarci il lavoro"

Violano il coprifuoco e insultano le forze dell'ordine: serata di tensione a Ventimiglia

Momenti di tensione ieri sera a Ventimiglia per un bar di piazza Costituente che ha tenuto aperto dopo il coprifuoco delle 22. Sul posto sono intervenuti prima alcuni finanzieri della vicina caserma, poi anche la polizia con un mezzo blindato e i carabinieri. Le forze dell'ordine sono state insultate dai presenti, una sessantina di persone, molte delle quali, ubriache, hanno intonato cori, non volendosi allontanare dalla piazza.

"Non ho chiuso perché è incostituzionale levarci il lavoro - afferma il titolare del bar -. Non sto infrangendo alcuna legge. Questo è un mio diritto di vita, non stiamo facendo niente di male. E' gente normale che vuole riprendersi la vita. Nessun Dpcm ha più valore della Costituzione italiana". Il corteo si è pian piano sciolto dopo la mezzanotte. E' probabile che le persone presenti identificate saranno raggiunte da un verbale per la violazione del Dpcm e si potrebbero configurare anche delle denunce all'autorità giudiziaria.