Viaggi privati con l'auto di servizio: indagato il capo della Polfer Liguria

di Marco Innocenti

Peculato e falso le ipotesi di reato avanzate dalla Procura

Viaggi privati con l'auto di servizio: indagato il capo della Polfer Liguria

Peculato e falso: sono queste le accuse mosse dalla Procura di Genova a Pasquale Di Donato, capo della polizia ferroviaria della Liguria. La Procura ha anche chiesto al giudice Luisa Avanzino la sospensione dalla professione, dopo che nelle scorse settimane era stato rimosso dall'incarico operativo. Secondo quanto ipotizzato dagli inquirenti, l'uomo avrebbe utilizzato l'auto di servizi per un centinaio di viaggi privati. Stando alle indagini coordinate dal pm Sabrina Monteverde, infatti, Di Donato avrebbe anche costretto il suo autista a falsificare i report di servizio.

Secondo l'accusa, i viaggi incriminati servivano per recarsi da Genova verso un aeroporto del nord Italia da dove Di Donato, nei fine settimana, era solito prendere l'aereo per recarsi in Sardegna e raggiungere la sua casa di Sassari. I trasferimenti erano giustificati come missioni per ispezioni in vari uffici regionali. Di Donato ha risposto a tutte le domande e spiegato la sua posizione.