Verona-Sampdoria 1-2, blucerchiati cinici e compatti: Ekdal e Verre regalano la vittoria

di Alessandro Bacci

I blucerchiati evitano i soliti cali di tensione e tengono il risultato, per i gialloblu non basta il rigore trasformato da Zaccagni

Verona-Sampdoria 1-2, blucerchiati cinici e compatti: Ekdal e Verre regalano la vittoria

La Sampdoria torna a vincere dopo sei giornate. A Verona i blucerchiati vincono 2-1 conquistando tre punti fondamentali. Ranieri privo di Candreva, Quagliarella, Gabbiadini e Keita riesce finalmente a mantenere alta la concentrazione della propria squadra. I blucerchiati sono solidi ed estremamente cinici colpendo nelle due uniche vere occasione da rete. Ekdal e Verre trascinano la squadra alla vittoria.

Nel primo tempo le occasioni per le due squadre sono davvero poche. La Sampdoria è compatta e concede pochissimo agli avversari ma mostra i soliti limiti nel reparto offensivo. La prima occasione capita sulla testa di La Gumina bravo a svettare su un calcio d'angolo ma il pallone è deviato in angolo da un attento Silvestri. Al 34' Il Verona ha la ghiotta opportunità di passare in vantaggio: Barak avanza e vince tre rimpalli, il centrocampista si ritrova di fronte ad Audero ma il portiere è miracoloso e in uscita con il piede devia il pallone. Dopo il brivido sei minuti più tardi arriva la svolta. Ekdal recupera un pallone dai trenta metri e senza pensarci due volte calcia il pallone con il destro. Il suo tiro rasoterra si insacca nell'angolino basso con violenza inaudita e Silvestri non può nulla. 1-0 blucerchiati in vantaggio, cinici e perfetti. Le squadre vanno a riposo così.

Nel secondo tempo la Samp scende in campo ancora convinta ed evita i soliti cali di tensione. Al 53' i blucerchiati sfruttano un contropiede con Verre che attraversa il campo, si accentra e scarica il sinistro in rete. 2-0 e partita in discesa. Azione da manuale per la Samp. Il Verona, però, non molla mai. Al 69' Damsgaard trattiene un avversario in area, il tocco è lieve ma l'arbitro fischia calcio di rigore. Dal dischetto si presenta Zaccagni che non sbaglia e accorcia le distanze. La Sampdoria nonostante il colpo subito non si disunisce e il Verona non trova spazi. Al 90' Audero è bravo a deviare in angolo un cross deviato che rischiava di infilarsi in porta. Nel finale i blucerchiati controllano il risultato ma nei minuti di recupero interviene il var. La Gumina a terra dopo un fallo viene calpestato volontariamente da Barak. L'arbitro non vede ma viene richiamato dal var. Il gesto è evidente e cattivo e così scatta il rosso diretto per il giocatore gialloblu. La sfida termina così, la Samp porta a casa una vittoria meritata e importantissima.