Condividi:


Ultimo giorno di scuola a Genova, la preside del Liceo D'Oria: "Un'atmosfera surreale"

di Redazione

Maria Aurelia Viotti: "Sarà una maturità anomala, studenti un po' disorientati. Un grazie agli insegnanti"

Ultimo giorno di scuola anche a Genova. Un ultimo giorno inedito, forse un po' triste per gli studenti. Non ci sarà una campanella, gli edifici sono privi della felicità dei ragazzi. La pandemia ha cambiato estremamente la situazione. Sono stati mesi difficili ma gli occhi adesso sono puntati sulla maturità, in versione del tutto inedita per i ragazzi e i professori. Una situazione strana anche al Liceo D'Oria, insolitamente silenzioso nell'ultimo giorno di scuola: "Strana davvero, senza gli studenti la scuola è vuota - afferma la preside Maria Aurelia Viotti - Un'atmosfera surreale, qualche difficoltà anche pratica nel condurre questi scrutini a distanza. Manca soprattutto la presenza viva delle persone. Credo che gli studenti siano stati un po' disorientati ma penso che reagiranno bene al colloquio."

La preside ha poi parato della prossima maturità: "Sarà una maturità anomala. Spero che i ragazzi abbiano l'occasione di dare il meglio di sè e di avere un giusto riconoscimento del lavoro di tanti anni. I docenti sono stati veramente bravi perchè hanno reinventato la didattica. Hanno cambiato metologie e hanno tenuto i contatti. Sono riusciti a tenere vivi i rapporti umani che in questo momento erano fondamentali."